Legionella e climatizzatori

Legionella e climatizzatori

Legionella e climatizzatori

La legionellosi o Malattia del legionario

è una malattia infettiva che colpisce l'apparato respiratorio, causata principalmente dal batterio Legionella pneumophila. Le legionelle, che esistono comunque in una cinquantina di specie batteriche diverse, si annidano nell'acqua e sono trasmesse attraverso l'acqua nebulizzata, per inalazione. 

Si trasmettono per inalazione, ossia respirando goccioline di aerosol contenente vapore infetto. Se queste goccioline sono sufficientemente piccole, di diametro inferiore ai 5 micrometri (millesimi di millimetro), penetrano più facilmente nelle vie respiratorie, dove possono diffondere l'infezione.

Per ridurre il rischio di contaminazione da legionella è importante seguire precise linee guida nella progettazione, installazione e manutenzione degli impianti.

Vediamo di seguito le principali misure preventive

Linee guida Legionella: habitat del batterio

Al fine di contrastare lo sviluppo ed il diffondersi dei microbi di legionella negli ambienti dotati di impianti di condizionamento, è necessario che i criteri di progettazione e manutenzione degli impianti tengano in stretta considerazione la biologia e l’habitat di questo pericoloso batterio.

La legionella è un organismo strettamente legato all’ambiente acquatico. In assenza di acqua allo stato liquido, il batterio è infatti incapace di moltiplicarsi e diffondersi. Non meno importanti sono le condizioni di temperatura di esercizio degli impianti, in particolare quando si collocano all’interno degli estremi termici di sopravvivenza di questo microbo, corrispondenti ad un minimo di 6 °C fino ad un massimo di 63 °C circa.

La legionella vive bene anche in compresenza con altri organismi, quali virus, alghe, funghi che spesso popolano il sottile film d’acqua aderente alle condutture e alle pareti umide.

Impianti di condizionamento

Passiamo alle linee guida su legionella ed impianti di condizionamento.

Tra i vari sistemi di condizionamento, gli umidificatori rappresentano la tipologia impiantistica maggiormente a rischio di diffusione di una eventuale contaminazione di legionella. Per innalzare il tasso di umidità dell’aria dei locali questi dispositivi producono un aerosol d’acqua che, se contaminato, consente il rapido trasporto del batterio direttamente all’interno delle vie respiratorie dell’uomo.

Ogni locale chiuso provvisto di impianto di umidificazione presenta diverse criticità. In generale, occorre considerare innanzi tutto le aperture esterne del locale stesso, la valvola di alimentazione dell’aria e la tipologia del nebulizzatore all’interno dell’impianto di umidificazione.

Il rischio di contrarre il virus della  Legionella, in casa, in uffico o in ambienti di uso quotidiano e’ oggi, purtroppo, reale in relazione soprattutto alla presenza di una serie di elementi in cui la ricerca ha riscontrato la possibilita’ di veder nascere il batterio.

Ci riferiamo a elettrodomestici che impiegano acqua a temperatura alte e agli iimpianti dedicati soprattutto all’aerazione artificiale (climatizzazione e condizionamento, deumidificazione, ecc.)

Il pericolo per la nostra salute e’ la diffusione del Virus che puo’ effettivamente avvenire in molti modi a causa della presenza di questi prodotti negli ambienti in cui viviamo o lavoriamo ogni giorno.

DIFFUSIONE DEL VIRUS

A causa della presenza di condizionatori e climatizzzatori, il virus ella Legionella puo’ entrare nelle nostre case o nei nostri luoghi di lavoro e diffondersi, questo e’ un dato oggettivo che va tenuto in considerazione e assolutamente non sottovalutato.

Il contagio, quindi, avverrebbe per semplice inalazione e non per contagio diretto tra individui.

La possibilita’ di contrarre la Legionellosi, di conseguenza, cresce esponenzialmente in tutti i luoghi domestici o di lavoro in cui l’uso dell’areazione forzata per mezzo di macchine e condotti e’ quotidiana e gestita da condizionatori, deumidificatori e impianti di areazione.

Questi possono abitualmente diffondere batteri, polveri e acari eventualmente depositati all’interno delle componenti non sottoposte a manutenzione e pulizia regolare con sanificazione effettuata con appositi prodotti antibatterici appositi.

PER UNA SANIFICAZIONE E PULIZIA DEL VOSTRO CONDIZIONATORE PROPONIAMO I SEGUENTI PRODOTTI

spray sanificante + schiumogeno batterie

CLICCA PER ACQUISTARE IL KIT

Scrivi un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Nome:
E-mail: (No publicado)
Commento: